gli spettacoli

spettacoli_barra_alta

Festival 2019 - Tutti gli spettacoli

Upcoming | Archive: 2019 2018 2017 2016 2015 2014 2013
  • sab
    17
    ago
    2019

    Compagnia Katzenmacher - Solitudini amare – Le false libertà

    Ore 22.00

    Miniera Ravi Marchi

    ideazione e regia di Alfonso Santagata

    Nel mondo delle connessioni totali, della tecnologia esuberante e onnipresente, che vede tutti, grandi meno grandi e piccoli “attaccati” alle macchine, in un frastuono che anziché promuovere una partecipazione e una condivisione, costringe al silenzio, forza verso la chiusura, promuove il vuoto della comunicazione. Si tratta di una folla solitaria che più si scambia like e più evita di argomentare, più riduce gli spazi del testo e il numero dei caratteri, più il ragionamento si abbassa a slogan, quando non a urlo e offesa.

    Un silenzio che oramai connota il più delle volte anche lo scambio tra le generazioni…
    In un mondo futuro dove saremo sempre più isolati.
    E che si trasformerà nel regno

    Il confronto più strettamente teatrale avverrà con Thomas Bernhard: il drammaturgo austriaco sarà al centro dell’indagine teatrale nell’allestimento di “Bernard e le sue insensate efferratezze”.

    Saranno soliloqui ordinari che hanno il sapore della follia, che risuonano nella pietra antica della miniera; esistere e insistere contro tutto ciò che è insopportabile e orribile fino allo sconfinamento della tragica comicità.

    Posto Unico Intero Euro 10,00
    Posto Unico Ridotto Euro 5,00
    Ridotto under 18 e over 65

  • dom
    18
    ago
    2019

    Proiezione del film "L’ultimo pane" di Maurizio Orlandi

    Ore 21.00

    Miniera Ravi Marchi

    a seguire incontro con l’autore con i testimoni che hanno partecipato alla realizzazione del film

    L’ultimo pane è stato girato nel 2000 a Gavorrano, un piccolo comune toscano in provincia di Grosseto. Protagonista di questo documentario è la più importante miniera di pirite d’Europa, che dal 1898 agli anni ’80 del ‘900 caratterizzò l'economia di questo territorio. La miniera di Gavorrano era sotto il monopolio della Montecatini, celebre colosso industriale d’Italia. La società intuì sin da subito che gli innumerevoli giacimenti di pirite del grossetano avrebbero acquistato un’importanza strategica a livello economico. Da questo minerale si produce infatti l’acido solforico, che a quei tempi rappresentava l’elemento di base di tutta l’industria chimica.

    L’intera economia e la vita del paese si resse per anni sulla Montecatini che per la popolazione, come raccontano diverse testimonianze, era diventata una sorta di ‘padrone di casa’. Le abitazioni dei minatori erano di sua proprietà, forniva la luce, la legna e l’acqua, ma soprattutto per anni costituì il fulcro della vita sociale del piccolo comune. La grande società industriale gestiva infatti la squadra di calcio, il dopolavoro e persino il cinematografo organizzando anche il tempo libero dei minatori. Con l’avanzare della modernità però l’acido solforico verrà sostituito dal petrolio.

    Dopo una lunga serie di scioperi politici e lotte sindacali, inizialmente contro il dispotismo della Montecatini unito al fascismo e successivamente legati all’inevitabile fallimento della pirite in favore del petrolio, la miniera venne chiusa e i lavoratori licenziati. Il documentario mostra una realtà sommersa; nell’attuale Gavorrano vige una profonda desolazione animata sporadicamente dai ricordi e dai racconti dei minatori ormai in pensione. Sul territorio infatti non è presente nessun altro tipo di insediamento industriale poiché la Montecatini deteneva il monopolio su tutta la zona. ‘L’ultimo pane’ è scritto e sceneggiato da Maurizio Orlandi, insegnante e documentarista torinese che insieme a Chicca Richelmy (regista del documentario) ottenne un finanziamento dal Comune di Gavorrano con l’obiettivo di sollevare l’attenzione sul Parco Minerario inaugurato nel 2003, che si erge sulle colline metallifere, un tempo sedi di estrazione.

    Una serata con l’autore Maurizio Orlandi che nell’occasione presenterà il suo nuovo progetto dal titolo “Il Direttore”.

    Al termine degustazione vino a cura della Strada del Vino e dei Sapori del Monteregio di Massa Marittima

    Ingresso gratuito

  • sab
    24
    ago
    2019

    Compagnia Katzenmacher - Solitudini al chiar di luna

    Ore 22.00

    Miniera Ravi Marchi

    ideazione e regia di Alfonso Santagata

    Un’altra solitudine ad essere indagata sarà quella legata all’opera di Eduardo De Filippo che ha costruito universi di solitudini e di conflitti, di separazione e non comunicazione in quasi tutta la sua opera. Il punto di partenza sarà il protagonista de Il contratto, che opererà avendo sullo sfondo l’intera opera eduardiana.

    Posto Unico Intero Euro 10,00
    Posto Unico Ridotto Euro 5,00
    Ridotto under 18 e over 65